Controllo legionellosi a Napoli

Analisi della presenza di legionella

Al.Eco S.r.l. propone una serie di servizi per il controllo della legionellosi a Napoli. Questi comprendono un’attenta analisi degli impianti del cliente, per verificare l’effettiva presenza di focolai di legionella. Seguono le procedure che servono per evitare il diffondersi del batterio e un manuale per il cliente, affinché sia in grado di mantenere un livello minimo di manutenzione abituale. Il controllo della legionellosi a Napoli e nel resto d’Italia è estremamente importante, per garantire salute e sicurezza a quanti frequentano luoghi pubblici o di lavoro.


Cos’è la legionellosi


La legionellosi è un’infezione polmonare molto pericolosa per l’uomo. La provoca un batterio particolare, la Legionella Pneumophilia, che prospera in particolare nei luoghi umidi e caldi. È un batterio diverso da quelli che si diffondono da persona a persona: la legionella arriva all’essere umano passando dai flussi di aria e mediante il contatto con acqua contaminata. Alcuni dei vettori più importanti per la legionella sono quindi i condizionatori e gli umidificatori. Tubature, condensatori, colonne di raffreddamento dell’acqua sono infatti luoghi perfetti per il batterio, dove può prosperare in tranquillità e sfruttare i sedimenti organici che si formano a causa di una scarsa manutenzione. Ciò la rende un pericolo particolarmente pressante per i luoghi pubblici, nei quali gli impianti di condizionamento hanno un ruolo molto importante. Il controllo della legionellosi a Napoli operato da Al.Eco S.r.l. serve per verificare la presenza del batterio, così da eliminarne eventuali tracce e rendere più sicuri luoghi come uffici, scuole e piscine.
La malattia provoca una particolare forma di polmonite e anche problemi a livello renale.


Prevenzione della legionellosi


Il controllo della legionellosi a Napoli proposto da Al.Eco S.r.l. è solo uno dei passi per prevenire l’eventuale diffondersi della legionellosi. È fondamentale rivolgersi periodicamente a un’azienda come questa, specializzata nel rilevare tracce del batterio ed eliminarle. Al di là di questo, però, è bene anche prendere delle precauzioni particolari.
Il primo passo per impedire il diffondersi della legionella è avere delle reti idriche ben progettate. Quando si realizza un impianto, è bene che questo sia progettato in modo da evitare la formazione di ristagni. Ciò significa tubature con una lunghezza limitata, niente terminali ciechi e niente tubazioni nelle quali l’acqua non circola.
Una manutenzione periodica è il secondo passo per evitare il proliferare della legionella, o quanto meno prendere per tempo eventuali focolai. La manutenzione prevede la pulizia completa e profonda di serbatoi, rubinetti e docce. È un’operazione importante in generale, che diventa però fondamentale nel caso di strutture ricettive stagionali. Se si parla infatti di alberghi, campeggi o altre strutture nelle quali gli impianti idraulici rimangono inattivi per tanto tempo, il rischio di ristagni nelle tubature aumenta in maniera esponenziale.
Nel caso in cui non si usi la doccia o i rubinetti da un po’, è bene far scorrere l’acqua per un po’ di tempo prima di usarli.